🎁 Acquista tre prodotti e ottieni uno sconto del 15% 🎁

Ogni 5 giugno il Giornata Mondiale per l'Ambiente . Quando si visita il sito ufficiale di questa giornata , il primo messaggio che si legge è forte:

“Non possiamo tornare indietro nel tempo. Ma possiamo coltivare alberi, rendere verdi le nostre città, ripopolare i nostri giardini con specie selvatiche, cambiare la nostra dieta e pulire fiumi e coste. Siamo la generazione che può fare pace con la natura. "È la nostra ultima possibilità di correggere la rotta."

Questo messaggio positivo cerca di scoraggiare le persone dal gettare la spugna. È vero che una parte importante dell’ambiente è stata distrutta, ci sono specie estinte o in via di estinzione e i livelli allarmanti di CO2 in molte città sono direttamente collegati all’emergere di molteplici malattie croniche nei cittadini. Nonostante ciò, abbiamo ancora il potere nelle nostre mani per invertire la situazione e rendere ancora una volta il nostro pianeta un luogo di rifugio sia per noi stessi che per il resto della specie.

Sapevi che tra il 1970 e il 2015 il consumo umano delle risorse naturali del pianeta è più che triplicato? Se questo consumo massiccio e incontrollato persiste, i dati sono devastanti:

  • Nel 2100 non ci saranno più foreste tropicali.
  • Entro il 2050 i prodotti ittici scompariranno dai nostri oceani.
  • Nel 2040 non ci sarà acqua dolce.
  • Nel 2100, la popolazione urbana mondiale produrrà tre volte più rifiuti di oggi.

    Inoltre, ogni anno si estinguono 50.000 specie nelle foreste tropicali, ovvero una media di 137 specie al giorno. Sono dati agghiaccianti, ma si verificheranno solo se continueremo a vivere e a consumare al ritmo attuale, quindi è tempo di unirsi all’azione e porre fine a questa “morte annunciata”.

    In bioksan Prendiamo molto sul serio la realtà del nostro pianeta e l'effetto che ha sulla salute, motivo per cui ci siamo impegnati fin dall'inizio a promuovere abitudini sane attraverso nutraceutici naturali al 100% la cui produzione non ha alcun impatto sul nostro ambiente o il cui impatto è minimo neutralizzato da azioni compensative.

    Ecco perché abbiamo un dipartimento di sostenibilità, che è sempre in movimento, alla ricerca di opzioni nuove e migliori, garantendo l'applicazione delle pratiche migliori e più sostenibili, guidato dalla nostra intervistata, Stefany Arteaga.

    INTERVISTA A STEFANY ARTEAGA, ESPERTA DI SOSTENIBILITÀ

    Stefany, perché il dipartimento di sostenibilità è importante in un'azienda?

    Il Dipartimento di Sostenibilità in un'azienda è importante perché risulta essere la chiave per la crescita a lungo termine di fronte alle minacce esterne, a un ambiente in evoluzione e per promuovere una trasformazione nel funzionamento delle aziende. Le aziende devono concentrarsi sulle esigenze dei propri gruppi di interesse, per rispondere alle sfide sociali, ambientali ed economiche che non sono solo a livello locale, ma anche a livello globale.

    Avendo un Dipartimento di Sostenibilità, si genera un'immagine e una reputazione aziendale e, naturalmente, si genera una maggiore efficienza nei processi. Le aziende devono comprendere la direzione in cui sta andando la strategia aziendale, incorporando queste pratiche e attività in base alla materialità o a ciò che è rilevante per l’azienda e i suoi stakeholder.

    Quali sono le tappe principali del vostro dipartimento?

    Siamo la prima azienda nutraceutica con il Sigillo B Corp in Spagna .

    Il nostro dipartimento gestisce una tripla dimensione ugualmente importante in ciascuna delle sue fazioni:

    Dimensione ambientale: pianeta resiliente.
    Dimensione sociale: le persone al centro.
    Buon governo e crescita profittevole: etica e trasparenza.

    Oggi voglio soffermarmi sul primo, poiché è incentrato sulla responsabilità ambientale, che è l’argomento di attualità ora che si avvicina la Giornata Mondiale dell’Ambiente.

    Dimensione ambientale: pianeta resiliente

    • Ci siamo concentrati sull’uso efficiente delle risorse.
    • L'approccio al packaging ecologico biodegradabile al 100% incorpora criteri etici e di sostenibilità, che sono ormai un requisito all'interno dei processi aziendali.
    • In Spagna consumiamo il 100% di energia rinnovabile.
    • Misuriamo, compensiamo e riduciamo le nostre emissioni di carbonio.
    • Abbiamo incorporato una flotta composta da 50 veicoli ibridi/elettrici, che costituiscono il 96% della nostra flotta di veicoli.
    • Investiamo in innovazione e sviluppo di tecnologie pulite in un parco eolico situato nel comune canario di San Bartolomé de Tirajana, che copre l’equivalente del consumo annuo di elettricità di 19.000 famiglie, evitando l’emissione di 1,7 milioni di tonnellate di CO2, generando occupazione di qualità e un impatto positivo sulla salute delle persone.
    • Abbiamo acquisito un terreno in Uganda per piantare 664 alberi che garantiscono la sicurezza alimentare a 300 bambini, giovani e alle loro famiglie, catturando 16 tonnellate di CO2 all’anno.
    • Valutiamo le prestazioni ambientali della nostra catena di fornitura.

      In che modo l’ambiente influenza la salute?

      L’ambiente può causare alterazioni nella nostra salute. Il rumore, l'inquinamento, la qualità dell'acqua o l'eccesso di sostanze chimiche nella nostra vita sono alcuni dei fattori ambientali che possono causare il deterioramento del nostro corpo.

      Anche se l'ambiente in cui viviamo può essere benefico per la presenza di aree verdi nelle vicinanze, può anche essere dannoso, poiché può causare numerose alterazioni alla nostra salute.

      Date queste prospettive, possiamo affermare che l’inquinamento dell’aria e dell’acqua, il rumore, le emissioni chimiche, la contaminazione degli alimenti e le conseguenze dei cambiamenti climatici continuano a essere i principali problemi legati alla salute umana.

      È molto importante sapere che l’utilizzo di energia pulita e rinnovabile implica un miglioramento della salute e della qualità della vita, poiché riduce le patologie polmonari e cardiache causate dall’inquinamento prodotto dall’estrazione e dalla raffinazione dei combustibili fossili. Allo stesso modo, lo sviluppo di energia pulita è essenziale per combattere il cambiamento climatico e limitarne gli effetti, comprese le malattie legate al caldo, la trasmissione di vettori, la siccità e la carenza di cibo.

      Perché l'ambiente è importante?

      R/ L'importanza dell'Ambiente risiede nel fatto che tutte le forme di vita hanno luogo in esso e non altrove, per questo la sua cura e conservazione deve essere uno degli elementi primari dell'agire umano. Al giorno d'oggi c'è una consapevolezza sempre più evidente circa l'importanza di queste azioni e non solo le persone ma anche i governi e le aziende hanno iniziato a sviluppare attività che tendano a preservare o limitare i danni all'Ambiente.

      La tutela dell’ambiente è compatibile con lo sviluppo economico?

      Dal punto di vista della sostenibilità lo affermiamo. Lo sviluppo sostenibile è la migliore alternativa che ci permette di ridurre l’inquinamento e ridurre considerevolmente il carico ambientale, mitigando, in un certo modo, il danno ecologico che abbiamo causato in secoli di uso irresponsabile delle risorse.

      In questo senso, intendiamo la sostenibilità come il modo per soddisfare i bisogni senza compromettere il futuro delle risorse, mantenendo un equilibrio tra lo sfruttamento delle risorse e l’ambiente. In questo modo, crediamo che l'equilibrio tra cura dell'ambiente e sviluppo economico sia compatibile, solo che questo debba mirare a generare consapevolezza nei tre attori fondamentali: governi, imprenditori e persone.

      Cosa possiamo fare a livello personale per contribuire alla protezione dell’Ambiente?

      Da sempre l'essere umano interagisce in maggiore o minore misura con l'Ambiente poiché è da esso che trae tutte le risorse per la propria sussistenza. Tuttavia, negli ultimi tempi, la crescita eccessiva della popolazione mondiale e l’aumento con essa dei bisogni di cibo e di risorse di vario genere ha portato gli esseri umani a generare grandi danni all’ambiente planetario, alcuni dei quali irreversibili. come l’esaurimento delle risorse non rinnovabili, l’inquinamento dell’acqua o dell’aria, la generazione di gas serra, ecc.

      Cosa possiamo fare?

      • L’acqua è un bene scarso ed essenziale, quindi sta a noi consumare la quantità di acqua strettamente necessaria;
      • Una parte di ciò che consumiamo finisce nella spazzatura, ma dobbiamo tenere presente che molti oggetti che buttiamo possono essere riutilizzati se vengono utilizzati contenitori per il riciclaggio.
      • La guida di veicoli a benzina provoca emissioni di biossido di azoto, una sostanza che inquina l'ambiente. Per questo ogni cittadino responsabile dovrebbe ricorrere ad altri mezzi di trasporto non inquinanti (mobilità sostenibile).
      • I dispositivi elettronici che non utilizziamo dovrebbero essere spenti, altrimenti l'energia continuerà a essere consumata in modo del tutto inutilmente. In questo senso, invece di utilizzare le asciugatrici potremmo asciugare i panni all'aria aperta.
      • Evita di utilizzare quotidianamente i sacchetti di plastica, perché finiscono nei mari, nei laghi e nei fiumi del pianeta.
      • Non gettare mozziconi di sigaretta, poiché potrebbero provocare incendi.
      • Quando andiamo a fare una passeggiata al mare, in campagna o in un altro luogo, dobbiamo raccogliere la spazzatura che generiamo, poiché i resti della spazzatura si accumulano sul terreno e diventano sostanze inquinanti.
      • Se consumiamo alimenti biologici collaboriamo alla riduzione di fertilizzanti e pesticidi.